Portami a viaggiare
Storie di viaggi in cerca d'autore
Block
Perù

L’Inti Raymi in Perù: la festa del Dio Sole

SEGUIMI
Block
New York

Guida agli osservatori panoramici

SEGUIMI
ponti degli usa
Stati Uniti

I ponti più belli degli Stati Uniti

SEGUIMI
Block
Canada

5 luoghi unici dove avvistare l'aurora boreale

SEGUIMI
Block
New York

Non solo Manhattan: cosa vedere negli altri distretti della Grande Mela

SEGUIMI
Block
Upstate New York

Hudson Valley: un'oasi di pace a meno di un'ora da Manhattan

SEGUIMI
Block
Canada

I 4 luoghi migliori dove osservare le balene

SEGUIMI
Block
Stati Uniti

Dal Washington State alla California con i classici della letteratura americana

SEGUIMI
Block
Stati Uniti

Stargazing: a caccia dei cieli più stellati d'America

SEGUIMI
Block
Canada

Itinerario in treno dell'est Canadese

SEGUIMI
Block
Viaggi autunnali

Le destinazioni suggerite negli Stati Uniti

SEGUIMI

Curiosità sul Nord America che forse non conoscevi

nord america su mappamondo

Quali Stati compongono il Nord America? Ve lo siete mai chiesto? Allora, cominciamo subito col delimitare fisicamente il territorio in questione. Quando si parla di Nord America generalmente si immaginano i territori degli Stati Uniti, Canada e Messico.

In realtà questo sub-continente si estende molto al di là dei confini di questi Stati. Include, infatti anche i Paesi del centro America che si trovano a nord del Canale di Panama, oltre ai Caraibi e alla Groenlandia.

Immaginare la Groenlandia nel territorio del Nord America potrebbe essere già di per sè una curiosità, dato che l’isola più grande al mondo è un territorio autonomo danese. L’equivoco nasce probabilmente dal fatto che siamo abituati a pensare ai confini territoriali da un punto di vista prettamente politico. In realtà se abbandonassimo questa logica, per riconoscere quella puramente geografica, forse avremmo una visione totalmente diversa anche dei giochi di potere tra i Paesi.

Un territorio enorme, che fa del Nord America il terzo continente più esteso al mondo. Ecosistemi diversissimi, i paesaggi più disparati, fauna e flora variegatissima.

Esemplari bizzarri e non della fauna del Nord America

Se l’Australia può vantare il primato per la presenza sul suo territorio di animali che non si trovano altrove, il Nord America, dal canto suo, può fregiarsi di avere una moltitudine di specie differenti. La presenza di ecosistemi e quindi climi così variegati fa sì che sul territorio nordamericano possano coesistere caribù e volpi artiche con lamantini e salamandre messicane.

La lucertola cornuta del Texas

Tra gli esemplari di fauna nord americana ce n’è uno davvero particolare. La lucertola cornuta del Texas è un rettile che raggiunge una lunghezza massima di 10 centimetri. Vive in Texas, come suggerisce il nome, ma anche in Arizona, Colorado, in Kansas e alcune zone del Messico settentrionale. Gradisce i terreni aridi e riesce a mimetizzarsi così bene che potreste anche non accorgervi della sua presenza, se non fosse per un particolare inquietante. La lucertola cornuta del Nord America usa, infatti, uno stratagemma molto singolare per difendersi dai predatori: schizza letteralmente sangue dagli occhi. Insomma, se vi apprestate a visitare il Lone Star State o le zone aride del Grand Canyon State fate attenzione a dove mettete i piedi!

Alligatori e coccodrilli della Florida

Confessate! Anche voi non sapete qual è la differenza tra alligatori e coccodrilli. Niente di grave, tranquilli, soprattutto perchè, nel caso ve ne trovaste uno difronte, non credo sia la prima cosa a cui penserete…

Ma se, come me, siete curiosi per natura, sappiate che i fattori che possono aiutarvi a distinguerli sono principalmente fisici: forma del muso (gli alligatori proveranno a confondervi con quel sorriso sardonico sempre stampato sulla faccia), conformazione dei denti, colorazione della pelle. Ma anche l’ambiente in cui vivono può aiutarvi a riconoscerli. I due esemplari di rettile amano stare in luoghi diversi. Acqua preferibilmente salmastra per i coccodrilli, acqua dolce di laghi, fiumi e paludi per gli alligatori. A questo punto potrebbe sembrare facile identificarli, se non fosse che, come al solito, la natura ci fa i suoi scherzi. In Nord America c’è l’unico luogo al mondo dove alligatori e coccodrilli convivono, uno accanto all’altro. Siamo in Florida, all’Everglades National Park, la più grande area naturale subtropicale di tutti gli Stati Uniti d’America. In questo intrico di mangrovie, foreste e paludi, alligatori e coccodrilli sono le star più ricercate e convivono più o meno pacificamente negli stessi spazi.

Il pappagallo del Nord America

Star dei social, il “pappagallo marino“, è noto comunemente come pulcinella di mare o puffin. D’estate nidifica sulle coste del Canada e della Groenlandia, e volteggia sfoggiando il caratteristico becco dalle intense tonalità arancioni, che lo rende simile ai pappagalli. La sua particolarità? La pulcinella di mare è un ottimo nuotatore. Per catturare le sue prede preferite, i pesci, è capace di immergersi in acqua fino a una profondità di ben 60 m. Roba da far impallidire i migliori sub della Terra!

Curiosità naturalistiche sul Nord America

Gli Stati Uniti vantano molti primati interessanti che riguardano aree di grande valore naturalistico. Si tratta di luoghi che ogni anno richiamano migliaia di visitatori, grazie a caratteristiche che li rendono unici al mondo. Sono localizzati in gran parte in aree controllate dal National Park Service, l’organo federale che si occupa della gestione e della salvaguardia di questi luoghi.

Il parco nazionale più antico al mondo

Il parco di Yellowstone si estende per una superficie di circa 8.900 mq su ben tre Stati: Wyoming, Montana e Idaho. Dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, Yellowstone è il parco nazionale più antico non solo di tutto il Nord America, ma al mondo. E’ un’area geotermica di fondamentale importanza, una sorta di laboratorio naturale. La sua area protetta è l’unico ecosistema ancora intatto della zona temperata nord della Terra. Un territorio che al suo interno include esemplari vegetali e animali davvero unici, a cominciare dai grandi mammiferi del Nord America, come l’orso grizzly, il lupo grigio e il bisonte americano. Oltre ad essere il più antico parco al mondo, Yellowstone vanta anche un altro primato: qui si trovano, infatti, più geyser che in tutto il resto del mondo. Il più noto è l’Old Faithful che ogni 90 minuti circa emette un getto di aria bollente a circa 150 m di altezza. Da questo geyser prende il nome uno dei lodge più suggestivi degli Stati Uniti: l’Old Faithful Lodge, nato nel 1903, è ora un Historic Landmark. Costruito con legno e pietra locale, nonostante sia di dimensioni notevoli, ha un’atmosfera calda e accogliente. Vale la pena anche solo una visita veloce per ammirare la sua stupenda struttura di tronchi e il grande camino della lobby.

Gli alberi più alti al mondo

Dal Great American West ci spostiamo in California. All’estremità settentrionale della costa californiana si trova il Redwood National Park. Qui vivono esemplari di sequoie altissime e antichissime. Alcune di esse arrivano a 115 metri di altezza e superano abbondantemente i 2000 anni di vita. Questi alberi mastodontici sono un esempio di come “l’aiuto reciproco” sia essenziale per la sopravvivenza. Le radici delle sequoie si intrecciano tra loro fino a formare una rete così resistente da sfidare qualsiasi tempesta o minaccia. Passeggiare nella foresta tra questi giganti è un’esperienza unica, che rimette in connessione con la natura. L’abbraccio ai grandi tronchi nasce quasi spontaneo…Insomma, qui si pratica forest bathing da una vita…

Dalla vetta del Nord America al suo punto più profondo

Amate stare con la testa tra le nuvole o con i piedi saldamente puntati in terra? In nessuno dei due casi il Nord America vi deluderà. Se vi affascinano le grandi altezze, i picchi innevati, meglio se circondati da panorami mozzafiato, nella vostra lista dei desideri non può mancare l’Alaska: il Monte Denali è la montagna più alta di tutto il continente nordamericano. La “Grande Montagna” sacra ai nativi athabaskani svetta a 6.190 m nel più ampio arco montuoso del Denali National Park. Per un lungo periodo è stato ribattezzato Mount Mc Kinley, finchè nel 2015 il presidente Obama ha ripristinato il suo nome originario.

Da un estremo all’altro. Dal punto più alto del Nord America scendiamo nelle profondità della Valle della Morte. Si trova proprio a Death Valley, in California, il punto più basso del subcontinente. 85 metri sotto il livello del mare: questa la massima profondità in questo luogo dal nome così evocativo. Questa distesa desertica, intervallata da piccole alture costellate di insenature scavate dall’incessante azione dell’acqua, da sempre affascina viaggiatori e artisti. Sapevate per esempio che lo Zabriskie Point, uno dei punti panoramici imperdibili del parco, deve il suo nome al regista italiano Michelangelo Antonioni e al suo omonimo lungometraggio?

Strane usanze in Nord America

Il Nord America ospita un crogiolo di culture totalmente differenti l’una dall’altra. Ne deriva un insieme di tradizioni, usi e costumi completamente diversi da una latitudine all’altra.

A piedi scalzi in Canada

I Canadesi sono una popolazione con un forte senso di appartenenza e di nazionalismo. Guai a chiamarli Americans! Ma sono anche un popolo molto accogliente e ospitale: non è insolito che, durante un viaggio in Canada, possa capitarvi di ricevere inviti. Nel caso, per fare bella figura non presentatevi mai a mani vuote, ma soprattutto ricordatevi di togliere le scarpe prima di entrare in una casa. I Canadesi tengono molto all’educazione. Nel caso dimentichiate di farlo, loro non ve lo faranno notare ma lo riterranno comunque un gesto di scortesia.

Non dire buon compleanno in Messico

Nel Paese in cui si celebrano alcune tra le feste più stravaganti, dove i party di compleanno sono tra i più fastosi al mondo, potrebbe sorprendervi sapere che a nessuno di questi sentirete mai intonare la canzone “Buon Compleanno”. In Messico, dove la quinceañera (festa dei 15 anni che segna il passaggio nell’età adulta) è una delle occasioni più sentite e imitate anche in altri luoghi, i famosi versi che anche noi intoniamo in occasione dei compleanni sono sostituiti da una melodia tipica dal titolo “Las Mananitas“. Molti artisti messicani famosi si sono cimentati dal vivo in questi versi. Tra questi l’amatissimo Vicente Fernandez, divo messicano del cinema e della canzone ranchera.

Per il momento mi fermo qui! A voi è capitato di incontrare strani esemplari di fauna e flora o imbattervi in usanze particolari? Vi aspetto nei commenti.

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo sui tuoi canali

Lascia un commento